presidente

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

Esploratore e documentarista, Tullio Bernabei sostiene di essere nato nel secolo sbagliato: avrebbe preferito potersi incamminare alla scoperta delle sorgenti del Nilo, o sulla rotta per il Polo Nord, o magari dire la sua a proposito dell’esistenza del Passaggio a nord-ovest. Avrebbe voluto soprattutto riempire di nomi gli spazi vuoti delle vecchie carte geografiche, laddove l’unica scritta recitava “Terra Incognita”. Da più di trenta anni gira il mondo alla ricerca di meraviglie sotterranee, foreste remote, ghiacciai inaccessibili, segreti sommersi. E dal 1980 lo fa scrivendo e documentando le sue avventure e le storie dei personaggi che incontra lungo il cammino. Nel 1991 ha contribuito a fondare l'Associazione di esplorazioni geografiche La Venta con cui ha condiviso importanti spedizioni e scoperte. Questa vasta esperienza sul campo è confluita - insieme all’amore per la natura - nel suo percorso professionale come autore, regista e produttore di documentari che hanno avuto una distribuzione internazionale, vincendo numerosi premi.

Tullio Bernabei ha lavorato in Italia per RAI, Mediaset, Stream, Sky (MTC) e La7; all’estero per National Geographic TV, NOVA PBS, Discovery Channel, Arté, La Cinquieme, RTBF, Planète, SBS e altri. I suoi film hanno avuto contributi da Film Commission regionali e programmi Media europei. Per La7 è stato coautore della serie a puntate Missione Natura e ha scritto in passato la serie Vivo per Miracolo. Con “Yamana, i nomadi del fuoco”, un film di carattere archeologico sulla Terra del Fuoco ha vinto numerosi riconoscimenti, tra i quali il prestigioso Festival Internazionale del Cinema Archeologico di Rovereto. “Caccia al vulcano”, dedicato alla scoperta di un nuovo vulcano sottomarino nel Canale di Sicilia ha invece vinto il primo premio al Festival del Documentario Scientifico dell’Università di Roma. 

Negli ultimi anni si è occupato di divulgazione scientifica per l’INGV (Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia) e il Dipartimento della Protezione Civile Italiana (Pericolo Vulcani), e ha curato ricostruzioni storiche di esplorazioni sotterranee per National Geographic Italia e La7 (“Alla ricerca del fiume nascosto”). 

Dal 2016 collabora con l’ESA (Agenzia Spaziale Europea) dirigendo i documentari realizzati nell’ambito dei corsi di geologia planetaria per astronauti denominati Pangaea. Sempre per l’ESA ha partecipato nel maggio 2017 alla missione sperimentale CAVES-X con uso di “collision drone” nella grotta Cucchiara in Sicilia.

Ha effettuato docenze di regia e produzione di documentari nell’ambito di progetti di formazione in varie regioni italiane (Lazio, Alto Adige, Sardegna), in Polonia per il Film Festival di Zakopane, in Albania per l’Università di Tirana, in Messico per l’Università delle Scienze e delle Arti del Chiapas, dove è attualmente docente di “Linguaggi Audiovisivi” e "Speleologia". 

E' speleologo e alpinista dal 1975 e ha effettuato oltre 60 tra esplorazioni e spediozioni scentifiche in molte regioni del mondo. E' stato responsabile regionale del Lazio per il Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico per oltre 11 anni, consigliere della Società Speleologica Italiana, membro dell'Explorer's Club di New York e presidente dell'associazione La Venta dalla sua fondazione fino alle 1997. E' attualmente presidente del Gruppo Speleologico Sabino e, in Messico, del Centro de Estusios Kàrsticos La venta.